Confedilizi Panorama Firenze

VENDITA ALL'INQUILINO DELL'IMMOBILE LOCATO

Sono proprietario di alcuni locali destinati ad uffici che recentemente, nel corso del contratto di locazione, ho venduto all’inquilino. Come si debbono regolare i rapporti conseguenti quanto alla locazione e quanto al rapporto di lavoro con il portiere dell’edificio?

 

Per effetto della vendita il conduttore diventa proprietario e quindi il rapporto di locazione si estingue nel momento in cui viene stipulato il contratto definitivo, salvo che espressamente le parti non abbiano anticipato nel contratto preliminare o ad una data intermedia, i cosiddetti effetti economici e giuridici del contratto e quindi l’immobile sia stato consegnato all’inquilino prima del rogito notarile. In ogni caso dal momento della consegna dell’immobile locato, cessa la locazione e quindi cessa l’obbligo di corrispondere il canone. Il proprietario dovrà restituire il deposito cauzionale con gli interessi maturati fino a quel giorno. Sempre dalla data del rogito l’ex conduttore dovrà provvedere al pagamento degli oneri condominiali e dell’ICI che matura mese per mese, tenuto conto che la frazione di quindici giorni ed oltre, è considerata mese intero. Quanto al portiere, il locatore dovrebbe consegnare all’inquilino acquirente, la quota di indennità di anzianità maturata a suo carico ai sensi dell’art. 9 della legge n.392/1978. Infine appare necessario effettuare all’Ufficio del Registro la dichiarazione di risoluzione del rapporto di locazione corrispondendo la relativa imposta che, trattandosi di risoluzione determinata da fatto consensuale di entrambe le parti, dovrà essere anch’essa sopportata da ciascuna di esse (inquilino e proprietario) per il 50%.