Confedilizi Panorama Firenze

E' contestabile la rendita catastale desunta dal criterio automatico

Sentenza n. 1321 del 21 gennaio 2005 della Corte di Cassazione – Sentenza n. 1321 del 21 gennaio 2005 della Corte di Cassazione

 

La Corte di Cassazione (sentenza 1321 del 21 gennaio 2005) ha precisato che la rendita attribuita dall’ufficio tecnico erariale è contestabile anche se nell’atto di compravendita le parti hanno dichiarato di volersi avvalere del criterio di valutazione automatica. E’ stato dunque chiarito che nel caso in cui il contribuente chieda di avvalersi del sistema automatico di valutazione, l’ufficio delle Entrate «non ha altro compito che quello di emettere avviso di liquidazione, che deve contenere dati di classamento e rendita, in modo da consentire al contribuente di far valere le sue ragioni impugnando la rendita, se la ritenga non conforme ai parametri legali, nei confronti dell’ufficio competente e quindi di confutare la maggiore imposta sulla base del criterio tabellare».