CONFLITTO DI INTERESSI

In tema di condominio, le maggioranze necessarie per approvare le delibere sono sempre inderogabilmente quelle previste dalla legge in rapporto a tutti i partecipanti ed al valore dell’intero edificio, ai fini sia del quorum costitutivo che di quello deliberativo, compresi i condòmini in potenziale conflitto di interesse con il condominio, i quali possono (ma non […]

Leggi Tutto

DELIBERA ASSEMBLEARE E SINDACATO DELL’AUTORITÀ GIUDIZIARIA

Il sindacato dell’autorità giudiziaria sulla contrarietà alla legge o al regolamento delle deliberazioni assunte dall’assemblea dei condòmini, ai sensi dell’art. 1137 del codice civile, in particolare in ordine alla ripartizione delle spese inerenti ad una locazione immobiliare stipulata nel comune interesse dal condominio in veste di conduttore ed avente ad oggetto il godimento di un […]

Leggi Tutto

CONDOMINIO E ASSEGNAZIONE DI POSTI AUTO

Nell’ambito del potere di regolamentazione dell’uso delle cose comuni, è consentito all’assemblea – con delibera approvata dalla maggioranza stabilita dall’art. 1136, secondo comma, del codice civile – individuare, all’interno del cortile condominiale, i singoli posti auto di cui possano fruire i singoli partecipanti, allo scopo di rendere più ordinato e razionale il godimento paritario, ovvero, […]

Leggi Tutto

NOMINA DELL’AMMINISTRATORE E COMPENSO

Agli effetti dell’art. 1129, quattordicesimo comma, del codice civile, il quale prevede la nullità testuale della nomina dell’amministratore di condominio ove non sia specificato l’importo dovuto a titolo di compenso, per la costituzione di un valido contratto di amministrazione condominiale occorre accertare la sussistenza di un documento, approvato dall’assemblea, recante – anche mediante richiamo ad […]

Leggi Tutto

CORTILI CONDOMINIALI E REALIZZAZIONE DI AUTORIMESSE

I cortili (e, successivamente all’entrata in vigore della l. n. 220 del 2012, le aree destinate a parcheggio) rientrano, salvo una espressa riserva di proprietà nel titolo originario di costituzione del condominio, tra le parti comuni dell’edificio e la loro trasformazione in un’area edificabile destinata alla installazione, con stabili opere edilizie, di autorimesse a beneficio […]

Leggi Tutto

CORTILE COMUNE SITO FRA EDIFICI DI PROPRIETARI DIVERSI E APERTURA DI VEDUTE

Ove sia accertata la comunione di un cortile sito fra edifici appartenenti a proprietari diversied allorché fra il cortile e le singole unità immobiliari di proprietà esclusiva non sussista quelcollegamento strutturale, materiale o funzionale, ovvero quella relazione di accessorio aprincipale, che costituisce il fondamento della condominialità dell’area scoperta, ai sensidell’art. 1117 del codice civile, l’apertura […]

Leggi Tutto

MODIFICA DEI CRITERI DI RIPARTIZIONE DELLE SPESE CONDOMINIALI

Le delibere in materia di ripartizione delle spese condominiali sono nulle per “impossibilitàgiuridica” dell’oggetto ove l’assemblea, esulando dalle sue attribuzioni, modifichi i criteri diripartizione, stabiliti dalla legge o in via convenzionale da tutti i condòmini, da valere, oltre cheper il caso oggetto della delibera, anche per il futuro. Sono, invece, semplicemente annullabilinel caso in cui […]

Leggi Tutto

REGOLAMENTO DI CONDOMINIO, FORMAZIONE E RESTRIZIONI ALLE PROPRIETÀ ESCLUSIVE

La clausola con la quale gli acquirenti di un’unità immobiliare di un fabbricato assumonol’obbligo di rispettare il regolamento di condominio, che contestualmente incaricano ilcostruttore di predisporre, “non può valere quale approvazione di un regolamento allo statoinesistente, in quanto è solo il concreto richiamo nei singoli atti di acquisto ad un determinatoregolamento già esistente che consente […]

Leggi Tutto

IMPUGNAZIONE DELLA DELIBERA CONDOMINIALE E VALORE DELLA CAUSA

Nell’azione di impugnazione delle deliberazioni dell’assemblea di condominio, volta ad ottenere una sentenza di annullamento avente effetto nei confronti di tutti i condòmini, il valore della causa deve essere determinato sulla base dell’atto impugnato, e non sulla base dell’importo del contributo alle spese dovuto dall’attore in base allo stato di ripartizione, non operando la pronuncia […]

Leggi Tutto

CORTILE CONDOMINIALE ED ASSEGNAZIONE DI POSTI AUTO

Né il regolamento di condominio in senso proprio, né una deliberazione organizzativa approvata dall’assemblea possono validamente disporre l’assegnazione nominativa, in via esclusiva e per un tempo indefinito, a favore di singoli condòmini di posti fissi nel cortile comune per il parcheggio della loro autovettura, in quanto tale assegnazione parziale, da un lato, sottrae ad alcuni […]

Leggi Tutto

Iscriviti alla nostra pagina Facebook

CATEGORIE

Confedilizi Panorama Firenze

Crediti

Confedilizia Associazione di Firenze P.IVA 04576770483